2 AGOSTO 1960

Accadde nel 1960Conclusi i campionati italiani di nuoto dove ha brillato Fritz Dennerlein, autentica punta di diamante della squadra azzurra, che ha conquistato ben cinque titoli. La grande speranza è nella 4x200 stile libero anche se la concorrenza sarà molto agguerrita, soprattutto quella di Stati Uniti, Australia, Giappone e Unione Sovietica.
La Svezia ha enormi problemi nella costituzione della selezione olimpica ma la formazione scandinava punta sulla tradizione per disputare dei Giochi degni della propria storia.
Si prepara lo sbarco della fiaccola  in Sicilia: il primo tedoforo sarà l’arbitro di calcio Concetto Lo Bello.
Il signor Jako, direttore tecnico della squadra di canoa giapponese, ha visitato i luoghi di gara rimanendo entusiasta dei luoghi di gara e dell’organizzazione del comitato capitolino.

>> leggi il Corriere dello Sport in quel periodo