10 AGOSTO 1960

Accadde nel 1960

Otto Mayer, cancelliere del CIO, chiede a Kurt Gassmann, segretario della FIFA, di indagare circa lo status di dilettanti di sette calciatori italiani: Rivera, Salvadore, Ferrario, Trebbi, Bettini, Pelagalli e Alfieri. La Federazione Italiana però si sente sicura e non teme le accuse da parte dei dirigenti danesi.
La Germania, che schiera una squadra mista tra Est ed Ovest, è una delle favorite nell’atletica leggera potendo avvalersi di due punte di diamante come Armin Hary e Carl Kaufmann.
La Pravda di Mosca intervista quattro campioni del Mondo, Roger Moens (Belgio), Rafer Johnson (USA), Billy Alley (USA) e Vladimir Bulatov (URSS) chiedendo le loro aspettative per le Olimpiadi che si terranno da qui a 15 giorni.
Otto Mayer, cancelliere del CIO, chiede a Kurt Gassmann, segretario della FIFA, di indagare circa lo status di dilettanti di sette calciatori italiani: Rivera, Salvadore, Ferrario, Trebbi, Bettini, Pelagalli e Alfieri. La Federazione Italiana però si sente sicura e non teme le accuse da parte dei dirigenti danesi.La Germania, che schiera una squadra mista tra Est ed Ovest, è una delle favorite nell’atletica leggera potendo avvalersi di due punte di diamante come Armin Hary e Carl Kaufmann.La Pravda di Mosca intervista quattro campioni del Mondo, Roger Moens (Belgio), Rafer Johnson (USA), Billy Alley (USA) e Vladimir Bulatov (URSS) chiedendo le loro aspettative per le Olimpiadi che si terranno da qui a 15 giorni.

 

>> leggi il Corriere dello Sport in quel periodo